MAPPA METEO RECAPITI UTILI MERCATINO FOTO CODICE FISCALE PAGINE RADIO GALATRO IERI E OGGI FIRME
Il successo della Compagnia
Teatrale "Valle del Metramo"


La Compagnia Teatrale Valle del Metramo ha presentato quest’anno un testo di Girolamo Ventra riadattato da Raffaele Ruggeri, Carmela Pronestì e Rosetta Scinica - Prometti pe certu e manca pe sicuru - sul tema del rapporto tra politici e cittadini, i cui rispettivi punti di vista, non sempre, anzi, quasi mai armonizzabili, fanno nascere equivoci d’ogni sorta. Equivoci che, si sa, rappresentano la materia prima di ogni commedia fin dai tempi dei modelli greco-romani e continuano ad alimentare il genere, ancora oggi, particolarmente nella sua fattispecie brillante e vernacola.

La vicenda, ambientata negli anni Settanta, si dipana piacevolmente tra gag e sia pur prevedibili colpi di scena, fino al sostanziale e generale riconoscimento delle “ragioni” del sindaco, che afferma il diritto del politico che fa promesse di non essere “preso alla lettera”, cioè di dire (in campagna elettorale) di poter fare (nel corso del mandato) ciò che sa di non poter fare, lasciandosi andare in promesse che sa di non poter mantenere (donde il titolo).

Ma mentre il sindaco (interpretato da Raffaele Ruggieri con la dovuta attenzione a rendere efficacemente il tipo, rifuggendo da caratterizzazioni che sarebbero state superflue) si presenta impegnato in un mai intermesso e faticoso esercizio di realismo, le coppie di coniugi che gli si rivolgono per chiedere (del tutto a modo loro e, scenicamente, indulgendo inevitabilmente nel caricaturale) il mantenimento delle promesse della campagna elettorale, sono il distillato, la quintessenza - oltreché la caricatura, è ovvio - del cittadino che vede la politica unicamente quale opportunità di soluzione dei propri problemi personali e familiari, all’insegna di quel “familismo amorale” che, secondo opinioni molto autorevoli ed accreditate, rappresenta la peggiore delle nostre tare storiche.

C’è da dire che gli attori visti all’opera - da Peppe Romeo a Marianna Furfaro (che si è cimentata nell’interpretazione di due personaggi) ad Anna Maria Liotti Raschellà a Michele Furfaro a Raffaele Ruggieri (che ha curato anche la regia) a Rocco Ruggieri - si possono ormai considerare a presa sicura, padroni del palcoscenico e della parte o delle parti che sono chiamati ad interpretare, grazie ad una ormai pluriennale esperienza che l’occhio dello spettatore esercitato non può non cogliere in taluni passaggi che correrebbero altrimenti il rischio di apparire banali (per caratteristiche strutturali della sceneggiatura se non addirittura del genere commedia brillante).

Non possiamo perciò, da parte nostra, che ringraziarli per averci fatto divertire, in attesa delle prossime rappresentazioni.


Locandina della commedia


INDIETRO










Google
internet
galatroterme.it
Copyright @ Associazione Culturale del Metramo 1999 -