MAPPA METEO RECAPITI UTILI MERCATINO FOTO CODICE FISCALE PAGINE RADIO GALATRO IERI E OGGI FIRME
"Il segreto" di Alfredo Distilo

Esce il terzo volume della saga galatrese di Alfredo Distilo dal titolo "Il segreto". Questa volta viene affrontato il tema dell'amore e la storia è incentrata sulla passione di una coppia, Natalia e Vittorio, che si dipana in un clima di rapido mutamento dei costumi sociali dell'Italia e della Calabria nello specifico. Di contorno altri episodi, sempre su tema amoroso, nel quale si affacciano molti personaggi, tra colpi di scena e racconti alla Jack London.

Riportiamo integralmente la prefazione di Franco Tomasi.


* * *

Con Il segreto, ideale terzo capitolo di quella che è diventata una piccola saga galatrese, Alfredo Distilo affronta il tema dell’amore, visto tanto come ingenuo e ancora acerbo incontro con l’altro sesso nell’età adolescenziale, quando è tutto ancora circonfuso di speranze e timidezze, quanto come passaggio più complesso e problematico, specie nel momento in cui quel sentimento deve fare i conti con le rigide convenzioni sociali. Alla gioia colorata dei primi appuntamenti tra ragazzi segue infatti la necessità, spesso assai poco romantica, della vita, quando il multiforme universo dei sentimenti giovanili si trova a confrontarsi con un mondo, quello adulto, non sempre incline a seguire le pulsioni emotive.

Ma, si sa, l’amore è una passione potente e non facile da controllare, non a caso gli antichi lo avevano rappresentato come un ragazzetto impertinente e capriccioso, capace, con i suoi scherzi, spesso imprevedibili, di mettere in scacco, con le sue temibili frecce, gli uomini e persino gli dei. Quando entra in scena Eros, infatti, tutto viene sconvolto, scoppiano le guerre, si tradiscono gli amici, si può scegliere volontariamente la morte pur di non rinunciare alla persona amata.

E così accade, salvo che per le guerre, anche nel romanzo di Alfredo Distilo, centrato sull’intensa e complessa storia della passione di una coppia, Natalia e Vittorio, narrata con partecipazione e ironia dagli anni del primo innamoramento per giungere, attraverso mille ostacoli e impedimenti, alla conclusione, che non anticipiamo per non togliere al lettore il piacere di scoprire i tanti colpi di scena che punteggiano il racconto.

Ma la storia di Natalia e Vittorio, grazie alla quale sullo sfondo Alfredo Distilo ci permette di vedere il rapido mutamento dei costumi sociali dell’Italia e, in particolare, della Calabria, si intreccia ad altri episodi, sempre centrati sul tema amoroso, che fanno da corollario alla storia principale e permettono al narratore di descrivere un universo plurale di personaggi che grazie alla passione cambiano il corso delle loro esistenze.

Forse il passaggio più significativo, quello che offre in cifra allegorica il senso dell’intero romanzo, si trova nel capitolo V (Il viaggio a Messina), quando ai giovani galatresi in viaggio per affrontare la visita militare, alla scoperta, per la prima volta, di un mondo di cui sino a quel momento avevano solo sentito parlare, viene raccontata da alcune donne di Bagnara la tecnica della pesca del pesce spada. Con tratti che ricordano i racconti di caccia di Jack London, nei quali troviamo l’uomo immerso in una natura selvaggia e ostile che deve saper dominare con coraggio e intelligenza, viene narrato come i pescatori uccidano i tenaci pesci spada approfittando del rapporto viscerale che lega i maschi con le femmine. Sapendo che il maschio non vuole abbandonare la sua compagna, i pescatori infatti la catturano per prima, spingendo così il maschio a combattere furiosamente per salvarla, salvo poi, quando comprende che non c’è più nulla da fare, a farsi uccidere.

Così il sentimento che lega Vittorio e Natalia, ma con loro molti dei personaggi del romanzo, nella sua radice ultima è tanto potente e viscerale da spingerli a scontrarsi con coraggio contro le regole, persino compiendo scelte che possono apparire, agli occhi altrui, poco sensate o, addirittura, sbagliate.

Franco Tomasi

Nella foto: la copertina del libro "Il segreto" di Alfredo Distilo.


INDIETRO










Google
internet
galatroterme.it
Copyright @ Associazione Culturale del Metramo 1999 -